Norvegia: stop alle auto a benzina e diesel

È stato trovato un accordo tra i maggiori partiti norvegesi che prevede la messa al bando dei veicoli ad alimentazione tradizionale a partire dal 2025.

norway electric_car

“La Norvegia è un Paese fantastico”.
È stato questo il tweet entusiasta del CEO di Tesla Motors, Elon Musk, alla notizia che anche il Paese scandinavo presto dirà addio alle auto a benzina e diesel.

Dopo i primi passi dell’Olanda, anche la Norvegia sta per iniziare l’iter legislativo che nel 2025 dovrebbe portare al bando dei veicoli con alimentazione tradizionale, infatti, secondo il quotidiano Dagens Næringsliv, i quattro principali partiti norvegesi hanno già trovato un accordo di massima che di fatto non andrà a vietare la circolazione delle automobili che utilizzano carburanti fossili, ma soltanto la vendita di questo tipo di veicoli.

Al momento si tratta solo di un accordo sul tavolo che dovrà ancora essere modificato prima di diventare legge, ma rappresenta un messaggio forte e chiaro da parte di un Paese che registra le più alte percentuali di auto elettriche vendute, nonostante sia uno dei principali esportatori europei di petrolio.

Secondo i dati dell’EAFO (European Alternative Fuels Observatory), lo scorso anno in Norvegia sono state immatricolate 27.800 elettriche e 7.800 ibride plug-in, mentre durante il primo quadrimestre del 2016 sono state vendute 8.800 elettriche e 6.700 plug-in.

Del resto da anni, il Governo norvegese ha puntato molto sulla mobilità elettrica attraverso benefici e incentivi: niente Iva e imposte sull’acquisto, autostrade, parcheggi e colonnine gratis, libero accesso a centri cittadini, corsie riservate e Ztl.
Risultato: oggi in Norvegia una macchina nuova su 4 è elettrica e molti norvegesi sono concordi a bloccare la vendita delle auto a benzina e diesel.

Anche a livello globale la tendenza non cambia.
Secondo uno studio commissionato da Bloomberg, oggi le auto elettriche sono solo l’1% del parco auto mondiale, ma tra 25 anni saranno almeno il 35%, grazie all’abbassamento del costo delle batterie che già nel 2025 potrebbero rendere le auto elettriche più economiche di quelle tradizionali.

Qualche settimana fa l’Olanda, ora la Norvegia.
Quale sarà il prossimo Paese ad annunciare il bando delle vecchie auto?
Quale sarà quello che ci riuscirà davvero?


Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.