Parco auto italiano: aumentano gli ibridi a gasolio

Nel 2019 si registra un incremento di circa il 27% delle auto Euro 6 , mentre le auto fino all’euro 3 sono diminuite del 6,6%.

autoooooo

Secondo gli ultimi dati consolidati dell’Aci, al 31 dicembre 2019 il parco auto italiano era costituito da 52.401.299 veicoli, con un aumento dell’1,4% rispetto all’anno precedente.
Di questi, 39.545.232 sono auto, in crescita dell’1,35%, 5.775.006 i veicoli commerciali e industriali (+1,3%) e 6.896.048 i motocicli (+1,7%).

tabella-parco-auto-italiano-veicoli

Sul fronte alimentazioni, l’incremento maggiore è stato registrato dai veicoli ibridi a gasolio che, rispetto all’anno precedente, sono quasi quadruplicato: +290,2%.
Seguono elettrico (+87%) e ibrido a benzina (+32%), sebbene si tratti ancora di un mercato di nicchia, con quote che non raggiungono l’1% del totale del parco auto italiano.
Le alimentazioni tradizionali, invece, hanno registrato aumenti più modesti: benzina (+0,5%) e gasolio (+0,9%). Tuttavia, è necessario sottolineare che i pesanti cali delle immatricolazioni di auto nuove a diesel nel 2019 ancora non hanno avuto effetto sul parco auto italiano.

tabella-parco-auto-italiano-alimentazione

Per quanto riguarda, infine, la suddivisione in base alla classe euro, le auto Euro 6 (9.035.054) registrano un incremento di circa il 27%, mentre le auto fino all’euro 3 (12.841.670) sono diminuite del 6,6%.
Al Nord, le auto fino all’euro 3 variano dal 12 al 29%, a seconda della Regione; al Centro, dal 31 al 37%; al Sud e Isole, dal 38 al 48%.

Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.