Mobilità sostenibile: a Bruxelles rinunciare all’auto è particolarmente conveniente

Migliorare la qualità dell’aria è una necessità e un traguardo che soprattutto le grandi città stanno cercando di raggiungere. Il comune di Bruxelles ha pensato a un consistente incentivo economico: il “Bruxell’Air” per incoraggiare i cittadini a liberarsi delle loro auto.

Crisi economica, pandemia da Covid-19, aumento del costo dei carburanti e una maggiore attenzione da parte dei cittadini all’ambiente, da un lato, e l’atteggiamento della politica sempre più orientata verso una linea green, dall’altro, sono tutti fattori che stanno spingendo verso l’attuazione di progetti di mobilità sostenibile nonché una conseguente riduzione dell’inquinamento atmosferico

Tra le iniziative mirate a migliorare la qualità dell’aria, operando sulla riduzione del traffico veicolare (le cui emissioni sono responsabili non solo di aumento della CO2 ma anche di ossidi di azoto e particolato atmosferico fine e ultrafine), una, particolarmente interessante è quella proposta dell’amministrazione comunale di Bruxelles, che ha deciso di elargire un cospicuo incentivo a tutti quelli che decidono di rinunciare all’auto, per sostituirla con mezzi di trasporto più green per la mobilità urbana.

Tale proposta è stata stimolata anche dall’esito di alcuni recenti studi che hanno rilevato che a Bruxelles, la qualità dell’aria è piuttosto scarsa in parecchie zone, inclusi parchi e spazi verdi, e ciò è dovuto soprattutto all’inquinamento prodotto dalle auto, in una delle città tra le più trafficate d’Europa. 

L’incentivo, denominato bonus “Bruxell’Air”, è stato stanziato per i residenti di Bruxelles e potrà essere usato per comprare una bicicletta oppure un abbonamento per i trasporti pubblici (ad es. abbonamenti ferroviari) e persino per viaggi in taxi.
Inoltre, si possono anche scegliere abbonamenti a piattaforme di car-sharing, abbonamenti e servizi STIB (autobus, tram e metro), l’accesso a piattaforme di Mobility as a Service (MaaS). È possibile anche impiegare il bonus per un corso di formazione Pro Velo per imparare a pedalare in città.

Per aiutare a valutare nell’ampia serie di servizi offerti l’opportunità più adeguata a ciascuno, i residenti possono prenotare un incontro virtuale con un “mobility coach” di Bruxelles Environment. 

Chi si separa definitivamente dalla sua auto avrà a disposizione un certo budget per la mobilità, che potrà utilizzare per sé o per i propri familiari. Questo particolare incentivo esisteva già da alcuni anni, ed era stato pensato per indirizzare i cittadini verso una mobilità più sostenibile; la novità è che dal 2022 l’ammontare massimo del bonus è stato quasi raddoppiato: da 500 € è passato a 900 €. 

Il bonus Bruxell’Air ha avuto negli anni un crescente successo: nel 2018 erano 900 i cittadini che avevano abbandonato l’auto in cambio del bonus, con il passare degli anni, la cifra degli aderenti all’iniziativa ha superato le 1.200 persone. 

Il bonus non è uguale per tutti, varia a seconda della composizione del nucleo familiare e del reddito annuo percepito dal richiedente. L’importo massimo è di 900 euro e spetta a coloro che hanno guadagni annui inferiori a 37.600 €, mentre l’importo minimo di 500 euro va a chi ha un reddito annuale superiore ai 90.100 €.
Le persone disabili avranno diritto comunque all’importo massimo, qualunque sia il loro reddito. 

Ovviamente, per poter accedere al bonus Bruxell’Air si deve rinunciare all’auto, consegnando la propria targa. L’incentivo è a disposizione già dal 4 aprile 2021.

di Anna Rita Rossi

 

Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.