Guidare ai tempi del Coronavirus

L’Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale della Regione Emilia Romagna ha fornito alcuni suggerimenti per limitare i rischi da contagio da Coronavirus destinati a chi usa l’auto.

guidare-coronavirus-auto-pulita

In questo periodo, è bene ribadirlo, gli spostamenti in auto vanno assolutamente evitati e possono essere effettuati solo per comprovate esigenze di salute, lavoro o assoluta urgenza.

La persona che si sposta per una di queste ragioni deve compilare l’autocertificazione e dichiarare:

– origine e destinazione dello spostamento;
– motivazione;
– di essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio concernenti lo spostamento delle persone fisiche all’interno di tutto il territorio nazionale
– di non essere sottoposto alla misura della quarantena e di non essere risultato positivo al virus COVID-19
– di essere a conoscenza delle sanzioni previste in caso di inottemperanza delle misure di contenimento.

Se si rende necessario lo spostamento, anche in auto bisogna adottare tutte le precauzioni necessarie, poiché se il Coronavirus sopravvive a lungo sulle superfici, anche nelle vetture questo è possibile.

L’Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale della Regione Emilia Romagna ha fornito alcuni suggerimenti per limitare i rischi da contagio da Coronavirus destinati a chi usa l’auto.

Innanzitutto, resta valido il consiglio di lavarsi le mani frequentemente, soprattutto dopo aver toccato il volante, la leva del cambio, il cruscotto e la maniglia della portiera.

La possibile trasmissione del coronavirus passa dalla struttura dell’auto alla mano del guidatore, che poi si tocca la bocca, il naso, oppure si strofina gli occhi. Quindi, dopo aver usato la vettura, è necessario lavarsi benissimo le mani senza mai portarle a bocca, naso e occhi.

Se dobbiamo usare un’auto in car sharing e si trasporta una persona che ha i sintomi del virus con starnuti e tosse, bisogna usare sempre fazzoletti usa e getta e pulire accuratamente le strutture della vettura dove possono essersi depositate le goccioline di saliva.

Il volante dell’auto è fra gli oggetti più sporchi del mondo: mediamente 4 volte in più della tavoletta di un wc pubblico a causa dei diversi batteri, a cui sono esposti gli occupanti dell’auto e tutto quello che vi portano a bordo, incluso il cibo che fa da catalizzatore per questi indesiderati microrganismi.

Briciole di patatine fritte, biscotti e snack che cadono fra/sotto i sedili possono diventare un ricettacolo di batteri, specie col caldo emesso dal condizionatore o dall’irraggiamento solare.

Inoltre, quando facciamo rifornimento di carburante al distributore col self-service, è buona regola usare i guanti monouso e lavarsi le mani.

Infine, alcuni utili consigli per riportare una corretta igiene a bordo:

– pulire le superfici interne con prodotti che sanificano, prestando particolare attenzione a volante, cambio e chiavi di avviamento;

sostituire i filtri dell’aria condizionata e disinfettarli con gli appositi spray per ridurre i batteri aerobici che circolano nell’abitacolo;

– passare l’aspirapolvere sulla tappezzeria e lavarla con i prodotti detergenti appositi, soprattutto sui tappetini dell’auto che, di tanto in tanto, andrebbero proprio sostituiti;

– per una pulizia più profonda, togliere anche il filtro dell’aria e sanificare anche le bocchette e i tubi che mettono in circolo l’aria stessa.


Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.