Sicurezza auto: Euro NCAP pubblica le prime valutazioni 2022

E mentre si avvicina il nuovo traguardo di luglio per l’introduzione di nuove importanti tecnologie per la sicurezza alla guida, il Programma europeo di valutazione dei nuovi modelli di automobili festeggia i suoi primi 25 anni di attività.

Il prossimo luglio entreranno in vigore le normative che impongono l’installazione di vari sistemi avanzati di assistenza alla guida su tutte le auto di nuova omologazione fra i quali il sistema di frenata di emergenza autonoma (AEB) e il sistema di mantenimento della velocità; un traguardo arrivato al termine di un lungo dibattito a livello europeo e che ha portato alla definizione del nuovo “Regolamento Generale sulla sicurezza”.

In questo contesto, e all’inizio del suo 25° anno di attività, Euro NCAPEuropean New Car Assessment Programme; Programma europeo di valutazione dei nuovi modelli di automobili (istituito nel 1997 e sostenuto da diversi governi europei, da organizzazioni automobilistiche, dei consumatori e assicurative) e che si occupa di definire le modalità di valutazione della sicurezza passiva e attiva delle automobili nuove tramite l’introduzione e l’uso di specifici protocolli di prova – crash test e safety test – offrendo al consumatore informazioni armonizzate ed un sistema di valutazione “a stelle”), ha recentemente diffuso i dati relativi alla prima tornata di test 2022 con le valutazioni di sicurezza di 5 veicoli: Volkswagen Polo, Volkswagen Taigo, Renault Megane E-TECH (full electric), Lexus NX (ibrida a benzina e plug-in hybrid), BMW Serie 2 Coupé (motori diesel e benzina).

Nel corso della stessa tornata di test sono stati altresì valutati due modelli “gemelli” di altri già testati in precedenza con i protocolli 2021: Volkswagen ID.5 e Ford Tourneo Connect.

Ebbene, hanno ottenuto 5 stelle – il massimo della valutazione – considerando i diversi parametri: sicurezza passiva (adulti), sicurezza passiva (bambini), protezione pedoni e ciclisti, sicurezza attiva: i due modelli Volkswagen, la Renault Megane E-TECH, Lexus NX; mentre BMW 2 serie coupé ha ottenuto 4 stelle.

Fra queste le percentuali più alte in nei test di valutazione della sicurezza passiva (per quanto riguarda gli utenti adulti) sono state riconosciute ai due modelli Polo e Taigo (94%), che hanno distaccato le concorrenti posizionate tra l’82% e l’85%.

Per quanto concerne la valutazione sicurezza passiva (bambini) la Megane E-Tech di Casa Renault ha ottenuto il valore più alto (88%), seguita a ruota dalla Lexus NX (87%), mentre per la voce protezione pedoni e ciclisti i valori sono più diversificati fra i vari modelli con la Lexus NX in testa (83%), che distacca le due Volkswagen (Taigo, 71% e Polo, 70%) e distanzia ancor più BMW 2 serie coupé (67%) e Megane E-Tech (65%).

Nella voce sicurezza attiva primeggia Lexus NX (91%), a distanza dalla seconda posizione del modello Renault (79%), mentre le due Volkswagen si fermano al 70% e la BMW 2 serie coupé strappa il 64%.
Infine, la valutazione della Ford Tourneo Connect e della Volkswagen ID.5 ha assegnato ad entrambe 5 stelle.

È bello iniziare l’anno dell’anniversario con alcune auto ad alte prestazioni” ha dichiarato Michiel van Ratingen, Segretario Generale Euro NCAP.
Nel ricordare come questo sarà un anno impegnativo con molte vetture da valutare e con piani per una nuova tabella di marcia per impostare la rotta per la sicurezza per il prossimo decennio, il van Ratingen ha rimarcato che: “I prossimi dieci porteranno enormi sfide, con la guida assistita e automatizzata in prima linea nei cambiamenti futuri. La nostra attenzione per gli ADAS – sistemi avanzati di assistenza alla guida – negli ultimi dieci anni circa ci rende ben posizionati per valutare questi nuovi aspetti della tecnologia dei veicoli e per continuare a fornire informazioni chiave agli acquirenti di automobili in futuro”.

In Italia, a commentare i dati diffusi dal Euro NCAP è stato l’Automobil Club d’Italia (socio del Programma europeo) per bocca del Presidente Angelo Sticchi Damiani.
In questa prima serie di test 2022 è importante evidenziare il crescente impegno per la sicurezza adottato dai costruttori sui nuovi modelli – ha dichiarato sottolineando – Buono il livello di protezione passiva di tutti i veicoli, le piccole differenze si giocano tutte sul livello di dotazioni e sulle prestazioni dei sistemi di assistenza alla guida”.

Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.